Misurazione del valore INR tramite Coagulometro

Vi presentiamo il Coagulometro. Un macchinario molto utilizzato all’estero ma ancora poco in Italia. Circa 1 milione di persone in Italia monitorano periodicamente il valore dell’ INR, soprattutto chi assume anticoagulanti orali come il Coumadin

Questo tipo di misurazione avviene solitamente con prelievo ematico e, spesso diventa una grande fonte di stress, soprattutto per chi ha scarso patrimonio venoso.

Quali sono i vantaggi rispetto al prelievo?

  • Si evitano spostamenti e viaggi in ospedale;
  • Si evita il prelievo ematico, utilizzando una semplice puntura capillare del polpastrello;
  • Misura il valore in soli 30 secondi, quindi hai un risultato immediato;
  • Chi ha scarso patrimonio venoso, in questo modo, risparmia gli innumerevoli tentativi di veni puntura;
  • L’efficienza equivale esattamente all’analisi in laboratorio, noi stessi abbiamo voluto assicurarci che il macchinario non desse differenze di risultato e abbiamo fatto un controllo in cui, nello stesso giorno abbiamo misurato in una persona il valore sia tramite prelievo che tramite coagulometro: era lo stesso!

Come funziona?

Ti basterà prenotare la prestazione e, scegliere se effettuarla direttamente presso il tuo domicilio o presso il nostro ambulatorio infermieristico. Uno dei nostri infermieri ti misurerà il valore dell’INR e, ti rilascerà una nostra tabellina cartacea dove segneremo tutti i valori misurati. In questo modo, avrai l’andamento del valore nel tempo. 

Una volta misurato il valore, potrai comunicarlo al tuo medico curante: lui ti indicherà il dosaggio di anticoagulante orale da assumere. 

Se invece desideri misurare il valore dell INR attraverso un classico prelievo ematico, non c’è problema! CLICCA qui per sapere di più sui prelievi ematici.

 

Il nostro servizio è attivo 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno.

Per maggiori informazioni chiama il numero 327 8244892 o scrivi a info@csbtorino.it.

 

Ogni infermiere del CSB Torino è laureato e iscritto all’Ordine Professionale degli Infermieri. Sono tutti in possesso di Partita Iva e, a seguito di ogni prestazioni infermieristica, rilasciano una fattura sanitaria scaricabile. All’importo di ogni fattura viene aggiunto il contributo soggettivo enpapi 4% che per legge è a carico del cliente. Per essere scaricare la fattura, il cliente deve pagare con metodo tracciabile: tutti gli infermieri sono provvisti di POS per pagamento con carte oppure si può utilizzare pagamento tramite bonifico bancario o satispay. 

 

HAI USUFRUITO DI QUALCHE NOSTRO SERVIZIO? CLICCA QUI PER LASCIARCI UNA RECENSIONE!