Gestione stomie intestinali e urinarie

La confezione di una stomia su una persona, che sia intestinale o urinaria, che sia temporanea o definitiva, risulta sempre difficile da accettare sia dalla persona stessa che dai familiari per via del cambiamento che il corpo subisce e le implicazioni psicologiche che accompagnano questo momento. 

Per quanto l’ospedale possa accompagnare la persona e i familiari durante l’ospedalizzazione, a casa ci si trova da soli e spesso gestire questa situazione è emotivamente e praticamente complicato. L’accompagnamento, almeno per i primi tempi, di un professionista esperto è un toccasana per quelle persone che arrivate a casa si sentono nel ”pallone” per la gestione della stomia. 

In questi casi l’infermiere può provvedere in prima persona alla gestione della stomia, sostituzione della placca, pulizia dello stoma, cambio sacchetto,  oppure insegnare al portatore e alla famiglia la gestione della stessa seguendoli passo passo nella pratica e sostenendo emotivamente tutto il nucleo familiare.