Fabiana e la sua esperienza di percorso massoterapico e chinesiologico

Le testimonianze dei nostri clienti sono fondamentali per comprendere quanto e come il percorso effettuato sia stato adatto e abbia portato i risultati attesi. 

Oggi vi portiamo la testimonianza di Fabiana e del suo percorso di rieducazione funzionale per far comprendere come attraverso trattamenti massoterapici e chinesiologici si possono ottenere ottimi risultati su alcuni dolori e problematiche infiammatorie. 

Facendo una prima introduzione del caso,

Fabiana presentava dolore alla gamba sinistra, nello specifico era localizzato nella parte davanti della coscia sinistra con irradiazioni verso la zona inguinale e la faccia anteriore.

Dai primi test chinesiologici si notava una buona mobilità dell’anca, ma con una moderata limitazione articolare ed un leggero dolore alla flessione. Al contempo, il dolore si intensificava in prossimità del gran trocantere sinistro.

Questo stato doloroso sulla parte sinistra, creava una compensazione della muscolatura sulla parte destra, portando così problematiche sulla postura e sull’esecuzione di tutte le attività quotidiane. Questa compensazione posturale ha evidenziato ipotonotrofia dei muscoli della coscia sinistra.

La convivenza con questo dolore durava ormai da anni, quindi ho consigliato alla paziente di parlare con il medico di base per eventualmente fare una radiografia di approfondimento, al seguito di ciò sarebbe stato opportuno fare una visita specialistica.

Seguendo il percorso consigliato, la diagnosi del medico specialista evidenziava una coxartrosi e una trocanterite sulla parte sinistra.

L’obiettivo era ridurre lo stato doloroso migliorando il più possibile la deambulazione e l’esecuzione delle attività della vita quotidiana e dando la possibilità di continuare la pratica di un’attività fisica moderata di mantenimento, permettendo quindi a Fabiana di condurre una vita assolutamente normale, in concomitanza con la diagnosi osservata.

Fabiana:

Tre anni fa ho iniziato a soffrire di un fastidioso dolore alla gamba sinistra sulla parte davanti.

Non riuscivo più a fare alcuni esercizi per le gambe, come la farfalla o i piegamenti, e diventava sempre più difficile compiere alcune azioni comuni, quali camminare, piegare la gamba verso il petto, con una diminuzione di funzionalità per gesti che si compiono nel quotidiano.

Mi sono consultata con un fisiatra, il quale di fronte alle indagini eseguite,

affermava che avevo un’infiammazione nell’area dei legamenti della gamba sinistra e consigliava una terapia centrata sugli antidolorifici.

Dopo qualche tempo dal termine della cura, il dolore si è ripresentato e interessava una zona più ampia: oltre alla parte anteriore, il dolore si era propagato nella parte posteriore a livello del gluteo e camminare diventava sempre più difficile.

Mi sono rivolta allora alla massoterapia e alla chinesiologia, chiamando il Dott. Lorenzo Orefice ed iniziando un percorso terapeutico con lui.

 

All’inizio Lorenzo ha operato attraverso la manipolazione profonda delle zone interessate ed alcuni esercizi specifici, e i benefici sono stati subito evidenti: via via, l’area del dolore si è ridotta e camminare è divenuto meno doloroso.

L’attenzione di Lorenzo per la mia condizione non si è fermata agli interventi da lui direttamente agiti; egli, infatti, ha pensato ad una serie di esercizi di stretching che avrei dovuto eseguire quotidianamente per migliorare la situazione e la cui esecuzione giornaliera, da parte mia, ha migliorato la situazione in modo sempre più efficace.

Ciò che mi ha colpito maggiormente è stata questa attenzione, empatia, direi, che ogni operatore dovrebbe mettere in campo nel momento in cui interagisce con una persona in situazione di difficoltà e che Lorenzo agisce in maniera spontanea.

 

A mio parere, si tratta di atteggiamenti fondamentali nel rapporto terapista- paziente, in funzione di  un risultato positivo adeguato al paziente medesimo e ai suoi bisogni. Invece, sono aspetti non così scontati- ahimè!- quando si entra nel circuito delle cure medico-sanitarie.

In Lorenzo ho trovato questa “presa in carico” del mio problema questo “mettersi a disposizione”:  insieme abbiamo preso le decisioni al riguardo, confrontando costantemente i miei bisogni e le sue competenze. Alla luce di questa  sinergia, Lorenzo ha introdotto il taping kinesiologico, che mi ha permesso di affrontare l’attività fisica legata all’aikido in modo positivo.

Gradatamente Lorenzo ha condotto sedute terapeutiche sempre più specifiche, che hanno rappresentato un ulteriore aiuto alla risoluzione del mio problema.

Nel frattempo, l’area del dolore alla gamba si è via via ridotta ed è pressoché scomparso e la sua funzionalità è nettamente migliorata: finalmente infilare le calze e le scarpe non è più un problema!”.

Grazie infinite a Fabiana e alla sua preziosa testimonianza.

Lorenzo Orefice – massoterapista e chinesiologo  CLICCA QUI per scoprire di più